Allan Ackerman - Out of This World

tubyno
Messaggi: 1125
Iscritto il: 19/10/2013, 9:06

23/01/2021, 11:46

Interessante questa versione dell'effetto "Out of This World"... che NON utilizza tutto il mazzo di carte...

https://www.youtube.com/watch?v=aRfE2mmhQUM

..cosa ne pensate?

Ciao e grazie mille!

Gaber_Ricci
Messaggi: 91
Iscritto il: 17/02/2016, 23:31

25/01/2021, 12:56

Intanto comincio col dire che ha dimostrato che differenza c'è tra un mago e un giocoliere con le carte...

Out of this world è penso il mio effetto preferito con le carte e questa è probabilmente una delle versioni migliori che abbia mai visto eseguire. Lineare nella costruzione, semplicissimo nell'esecuzione ma potentissimo nella riuscita... purché l'esecutore abbia la capacità di metterlo in scena così bene.

(Penso che gli Out of this world dovrebbero sempre essere eseguiti solo con una porzione di carte, quello che eseguo di solito ne utilizza tra le 20 e le 30. Di più diventa troppo lento).
But she'd never met anyone quite like the Jack of Hearts (Bob Dylan)

tubyno
Messaggi: 1125
Iscritto il: 19/10/2013, 9:06

25/01/2021, 13:37

Gaber_Ricci ha scritto:
25/01/2021, 12:56
Intanto comincio col dire che ha dimostrato che differenza c'è tra un mago e un giocoliere con le carte...

Out of this world è penso il mio effetto preferito con le carte e questa è probabilmente una delle versioni migliori che abbia mai visto eseguire. Lineare nella costruzione, semplicissimo nell'esecuzione ma potentissimo nella riuscita... purché l'esecutore abbia la capacità di metterlo in scena così bene.

(Penso che gli Out of this world dovrebbero sempre essere eseguiti solo con una porzione di carte, quello che eseguo di solito ne utilizza tra le 20 e le 30. Di più diventa troppo lento).
Quello che forse NON trovo molto lineare è che una prima parte di carte viene gestita dal pretigiatore che tiene il relativo mazzetto nelle sue mani chiedendo allo spettatore quale carta è rossa o nera....

.... mentre per la seconda parte dell'effetto, le restanti carte del mazzetto vengono consegnate allo spettatore che le distribuisce direttamente in base a quelle che ritiene essere rosse o nere....

...forse, per linearità, sarebbe stato meglio gestire anche la seconda parte (come la prima parte) da parte del prestigiatore?

.. forse il prestigiatore giustifica le predette due diverse modalità di gestire il mazzetto di carte con la presentazione ma NON conoscendo bene l'inglese NON sono in grado di fare questa verifica...

..cosa ne pensate?

Ciao e grazie mille!

Avatar utente
Jack franzo
Moderatore
Messaggi: 1154
Iscritto il: 14/01/2016, 23:15
Località: Torino

25/01/2021, 17:19

tubyno ha scritto:
25/01/2021, 13:37



Quello che forse NON trovo molto lineare è che una prima parte di carte viene gestita dal pretigiatore che tiene il relativo mazzetto nelle sue mani chiedendo allo spettatore quale carta è rossa o nera....

.... mentre per la seconda parte dell'effetto, le restanti carte del mazzetto vengono consegnate allo spettatore che le distribuisce direttamente in base a quelle che ritiene essere rosse o nere....

...forse, per linearità, sarebbe stato meglio gestire anche la seconda parte (come la prima parte) da parte del prestigiatore?

.. forse il prestigiatore giustifica le predette due diverse modalità di gestire il mazzetto di carte con la presentazione ma NON conoscendo bene l'inglese NON sono in grado di fare questa verifica...

..cosa ne pensate?

Ciao e grazie mille!
Ciao!A livello di linearità forse come dici te non è il massimo, se uno spettatore fa attenzione può storcere il naso ma allo stesso tempo penso che di fronte a un effetto del genere un profano durante la prima parte del gioco continui a pansare " fammi fare a me le voglio tocare io le carte!"
Quindi secondo me questo cambio ne va a beneficio dell'effetto perchè si passa dal mago che tocca le carte, le vede e lo spettatore che parla allo spettatatore con le carte in mano che fa quello che vuole e il mago che non ha nessun controllo sulle carte! La linearità del gioco viene rotta ma per aumentare il grado di impossibilità, almeno così è come la interpreto io.
In ogni caso il passaggio di carte mago spettatore si può giustificare senza troppi problemi con una presentazione soddisfacente.
Jack
" un giorno senza un sorriso è un giorno perso " (Charlie Chaplin)

tubyno
Messaggi: 1125
Iscritto il: 19/10/2013, 9:06

25/01/2021, 18:10

Jack franzo ha scritto:
25/01/2021, 17:19
tubyno ha scritto:
25/01/2021, 13:37



Quello che forse NON trovo molto lineare è che una prima parte di carte viene gestita dal pretigiatore che tiene il relativo mazzetto nelle sue mani chiedendo allo spettatore quale carta è rossa o nera....

.... mentre per la seconda parte dell'effetto, le restanti carte del mazzetto vengono consegnate allo spettatore che le distribuisce direttamente in base a quelle che ritiene essere rosse o nere....

...forse, per linearità, sarebbe stato meglio gestire anche la seconda parte (come la prima parte) da parte del prestigiatore?

.. forse il prestigiatore giustifica le predette due diverse modalità di gestire il mazzetto di carte con la presentazione ma NON conoscendo bene l'inglese NON sono in grado di fare questa verifica...

..cosa ne pensate?

Ciao e grazie mille!
Ciao!A livello di linearità forse come dici te non è il massimo, se uno spettatore fa attenzione può storcere il naso ma allo stesso tempo penso che di fronte a un effetto del genere un profano durante la prima parte del gioco continui a pansare " fammi fare a me le voglio tocare io le carte!"
Quindi secondo me questo cambio ne va a beneficio dell'effetto perchè si passa dal mago che tocca le carte, le vede e lo spettatore che parla allo spettatatore con le carte in mano che fa quello che vuole e il mago che non ha nessun controllo sulle carte! La linearità del gioco viene rotta ma per aumentare il grado di impossibilità, almeno così è come la interpreto io.
In ogni caso il passaggio di carte mago spettatore si può giustificare senza troppi problemi con una presentazione soddisfacente.
Jack
Concordo con le tue osservazioni... comunque, mantiene la NON linearità anche quando si va alla verifica finale della corrispondenza rosse e nere con le relative carte indicatrici....

... infatti, un mazzetto, lo fa girare direttamente allo spettatore per la verifica, mentre gli altri li gira direttamente lui...

.. probabilmente, in tal modo, rende meno visibile il truxxo...


Ciao e grazie mille!

doriman
Messaggi: 339
Iscritto il: 26/09/2013, 8:00
Località: Torino, mirafiori sud

26/01/2021, 14:58

Il tema e questa specifica versione sono bellissimi.
Quando lo eseguo, per ovviare all'incoerenza tra le due fasi, dico che la prima parte riguarda la lettura del pensiero e la seconda la chiaroveggenza spiegando la differenza tra le due.
So ideare torture in grado di far piangere anche il Diavolo

tubyno
Messaggi: 1125
Iscritto il: 19/10/2013, 9:06

26/01/2021, 17:24

doriman ha scritto:
26/01/2021, 14:58
Il tema e questa specifica versione sono bellissimi.
Quando lo eseguo, per ovviare all'incoerenza tra le due fasi, dico che la prima parte riguarda la lettura del pensiero e la seconda la chiaroveggenza spiegando la differenza tra le due.
Molto interessante... se ho ben capito, nella prima fase, trasmetti il tuo pensiero (telepatia) allo spettatore, mentre, nella seconda fase, lo spettatore sperimenta i suoi poteri di chiaroveggenza, senza il supporto del prestigiatore..

... sto documentandomi sull'argomento..

http://www.psicoterapia.it/rubriche/app ... p?cod=9742

Ciao e grazie mille!

gianluca210812
Messaggi: 114
Iscritto il: 12/11/2016, 18:40

27/01/2021, 9:41

Per caso sapete dove si può studiare?

Avatar utente
Jack franzo
Moderatore
Messaggi: 1154
Iscritto il: 14/01/2016, 23:15
Località: Torino

27/01/2021, 10:50

gianluca210812 ha scritto:
27/01/2021, 9:41
Per caso sapete dove si può studiare?
Ciao, sinceramente non saprei, ma riguardandosi il video qualche volta è intuibile il metodo ;)
" un giorno senza un sorriso è un giorno perso " (Charlie Chaplin)

Avatar utente
Jaqk
Messaggi: 326
Iscritto il: 30/09/2013, 15:22
Località: Chivasso
Contatta:

21/02/2021, 21:29

Cioè, state parlando di Allan Ackerman, un mito vivente!

E vi posso dire che è davvero ben fatta questa versione, ad un certo punto l'effetto ti obbliga a cambiare colore dei mazzetti scartati, e la sua giustificazione a lasciare la carta girata perchè è una carta di colore diverso (errore) è semplicemente geniale!

Normalmente la prima fase è il mago che trasmette il colore allo spettatore (telepatia), e nella seconda fase è lo spettatore che indovina il colore senza che il mago gli trasmetta qualcosa (chiaroveggenza)

Anche la fase di rivelazione è bella e pulita. io uso un metodo diverso con decisamente meno maneggio, ma anche questo non dispiace!
Andrea Clemente Pancotti
"If I could climax as many times as a Derek Dingle routine I would be a happy man!" Dai Vernon
Prestigiazione.it ♠️ Web ♥️ Facebook ♣️ Youtube ♦️Instagram

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti