Forzatura psicologica

_the mentalist
Messaggi: 229
Iscritto il: 17/06/2016, 17:19
Località: Abruzzo

19/07/2016, 21:14

Salve, volevo sapere dove o come forzare una carta in maniera verbale o non verbale, senza però usare la scelta del mago. Mi spiego meglio, io la userei in un effetto nel qualr tramite delle parole o dei gesti vorrei che lo spettatore pensasse proprio la carta o l'oggetto che avevo previsto o che leggerò nel pensiero.
"Esistono i giochi automatici ma non i maghi automatici" DANI DAORTIZ

Avatar utente
Jonny3883
Messaggi: 148
Iscritto il: 12/07/2016, 20:54
Località: Mendrisio (Svizzera)

19/07/2016, 21:43

scusami, ma a me mi viene in mente solo l'ipnosi!!! eheh!
Avevo letto un giorno qualcosa sulla forzatura statistca, ma mai una forzatura esatta solo con gesti e parole... se la trovi dimmela che mi iscrivo ai mondiali!!

A parte gli scherzi, io non sono così esperto, quindi magari esiste davvero ;)
Il coas è l'odrnie più ipmrecettilibe

Avatar utente
GabriGrimm
Team Leader
Messaggi: 4050
Iscritto il: 15/10/2013, 7:59

20/07/2016, 8:09

Non riesce al 100%.
Sto facendo uno studio sul campo, sono due anni circa che prendo appunti su questo argomento catalogando le persone in base a : Sesso, occupazione, età,comportamento,stile.
Stando al pubblico ho la possibilità di domandare: "Pensa ad una carta a caso...dimmela!"
Le risposte sono svariate, chi conosce bene un mazzo di carte non potrebbe mai dire una carta banale come l'asso di cuori, chi gioca regolarmente tende a nominare un 7 o una figura, difficilmente un asso,difficilmente vengono nominati i K, spessissimo le "DONNE"...ci sono un sacco di fattori, ma indurre una carta dal linguaggio...forse il colore, dipende comunque dal tuo interlocutore, ricordati che il Mentalismo è un ramo dell'illusionismo, ed è l'unica disciplina in cui si tende di pretendere miracoli tramite "formule magiche".
Devi saper interpretare bene le persone.
Non tanto tempo fa mi si presenta una signora all'edicola...tutta ingioiellata, collana e bracciale di corallo...di una certa età diciamo, molto curata nell'aspetto, sembrava un'accanita giocatrice da club ;)
Presi la donna di quadri e la misi nel quotidiano e le chiesi di pensare ad una carta e successivamente di nominarmela..."Donna di quadri!", le feci aprire il giornale e la carta era proprio quella....fortuna? diciamo che molto probabilmente si...però ho seguito un mio senso logico.
I giovani tendono a nominare gli assi, le donne giovani i cuori...chi lavora ad un call center i numeri da 3 a 6 e neri, ma dipende davvero da tanti fattori, non c'è una regola fissa, ma con l'esperienza è possibile intravedere qualcosa... ;)
Qual è la cosa che ti piace di più nella tua città?
...i salti alti...

_the mentalist
Messaggi: 229
Iscritto il: 17/06/2016, 17:19
Località: Abruzzo

20/07/2016, 8:30

Tempo fa ho letto di un workshop che Alexander fece nel quale spiegava la forzatura psicologica di addirittura un oggetto. È per questo che mi appassiona. Putroppo quel workshop l'ho perso :( :(
"Esistono i giochi automatici ma non i maghi automatici" DANI DAORTIZ

Avatar utente
Veritas
Messaggi: 58
Iscritto il: 24/01/2016, 1:13

20/07/2016, 10:08

GabriGrimm ha scritto:Non riesce al 100%.
Sto facendo uno studio sul campo, sono due anni circa che prendo appunti su questo argomento catalogando le persone in base a : Sesso, occupazione, età,comportamento,stile.
Stando al pubblico ho la possibilità di domandare: "Pensa ad una carta a caso...dimmela!"
Le risposte sono svariate, chi conosce bene un mazzo di carte non potrebbe mai dire una carta banale come l'asso di cuori, chi gioca regolarmente tende a nominare un 7 o una figura, difficilmente un asso,difficilmente vengono nominati i K, spessissimo le "DONNE"...ci sono un sacco di fattori, ma indurre una carta dal linguaggio...forse il colore, dipende comunque dal tuo interlocutore, ricordati che il Mentalismo è un ramo dell'illusionismo, ed è l'unica disciplina in cui si tende di pretendere miracoli tramite "formule magiche".
Devi saper interpretare bene le persone.
Non tanto tempo fa mi si presenta una signora all'edicola...tutta ingioiellata, collana e bracciale di corallo...di una certa età diciamo, molto curata nell'aspetto, sembrava un'accanita giocatrice da club ;)
Presi la donna di quadri e la misi nel quotidiano e le chiesi di pensare ad una carta e successivamente di nominarmela..."Donna di quadri!", le feci aprire il giornale e la carta era proprio quella....fortuna? diciamo che molto probabilmente si...però ho seguito un mio senso logico.
I giovani tendono a nominare gli assi, le donne giovani i cuori...chi lavora ad un call center i numeri da 3 a 6 e neri, ma dipende davvero da tanti fattori, non c'è una regola fissa, ma con l'esperienza è possibile intravedere qualcosa... ;)

Pienamente d'accordo, ma, aggiungerei che ci sono delle tecniche per facilitarci la vita.
Quando chiediamo di pensare ad una carta, possiamo diminuire il range delle scelte senza che lo spettatore se ne renda conto, tramite il modo di comunicare e tanti altri fattori che interagiscono col subconscio dello spettatore.

Lo studio statistico che sta facendo Gabri è fantastico, aspetto una conclusione con dei dati su di esso :geek:

Avatar utente
GabriGrimm
Team Leader
Messaggi: 4050
Iscritto il: 15/10/2013, 7:59

20/07/2016, 10:09

Un oggetto è già più "Fattibile", una carta è complessissimo, soprattutto forzarla.
Qual è la cosa che ti piace di più nella tua città?
...i salti alti...

Avatar utente
GabriGrimm
Team Leader
Messaggi: 4050
Iscritto il: 15/10/2013, 7:59

20/07/2016, 10:33

Volentieri Veritas ;)
Questa ricerca è stata rallentata da quelle che io chiamo "contaminazioni", provo a spiegarmi meglio con un esempio.
Feci questo esperimento ad una ragazza, mi disse "Asso di cuori", la mia previsione fu esatta...la stessa dopo un pò di tempo rimase incinta ed ebbe due gemelli, aspettai un pò prima di rifarle il gioco e quando lo riproposi provai a forzare psicologicamente la stessa carta che mi disse: l'asso di cuori.
Mi rispose il 9 di quadri, carta totalmente distante da quella pronosticata da me: il 7 di cuori.
Questo mi fece capire quanto lo stress e le pressioni psicologiche nella vita quotidiana possano influire su una scelta.
Può sembrare assurdo, ma anche la tinta dei capelli di una donna può portarti verso una direzione, sono aspetti apparentemente fuori dal mondo, ma con uno spirito d'osservazione mirato e paziente è possibile intravedere qualcosa.
La contaminazione quindi per me è un evento shock che in un certo modo fa cambiare direzione nel modo di pensare quotidiano.
Fare qualche domanda d'approccio quindi non fa mai male, soprattuto quando non si conosce l'interlocutore.
Quello che sto facendo piano piano è ben lungi da una cosa certa, anzi, i miei sono solo appunti, credo sia impossibile arrivare al metodo perfetto, ma è anche vero che di alternative per "chiudere il cerchio" ce ne sono tante, Annemann è un vaso di Pandora, certo l'impatto diretto face to face ha un altro sapore, ma avere un paracadute non fa mai male ;)
Qual è la cosa che ti piace di più nella tua città?
...i salti alti...

Avatar utente
Veritas
Messaggi: 58
Iscritto il: 24/01/2016, 1:13

20/07/2016, 11:21

Penso che quello che fai tu, non si possa chiamare forzatura psicologica, effettivamente te non forzi niente :lol: , è piu uno studio psicologico. :shock:
Quindi oltre agli elementi che prendi in considerazione, come età, sesso, ecc.., non sarebbe male conoscere il background dell'individuo, dalla più banale data di nascita sua e dei propri cari, ai più complessi avvenimenti significativi della vita dello spettatore, anzi, meglio dire del paziente ;)

Avatar utente
GabriGrimm
Team Leader
Messaggi: 4050
Iscritto il: 15/10/2013, 7:59

20/07/2016, 12:03

Esatto, dato che forzare una carta è quasi impossibile, perchè non prevederla? ;)
E' un discorso intrecciato, lo so, però con pazienza qualche nodo lo si può sciogliere.
Qual è la cosa che ti piace di più nella tua città?
...i salti alti...

_the mentalist
Messaggi: 229
Iscritto il: 17/06/2016, 17:19
Località: Abruzzo

20/07/2016, 12:35

E sapete come forzare il pensiero di un oggetto?
"Esistono i giochi automatici ma non i maghi automatici" DANI DAORTIZ

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti