La giostra delle emozioni

Considerazioni su effetti, eisibizioni e sull'arte magica in generale.
Avatar utente
Vin Brillante
Messaggi: 515
Iscritto il: 15/01/2018, 18:56

01/12/2020, 20:13

The Matt ha scritto:
01/12/2020, 13:52
Vin Brillante ha scritto:
29/11/2020, 21:41
Esempi super super calzanti!
Era proprio quello che volevo sentire.
C'è chi riesce a rallentare il ritmo nell'esecuzione,ed è avanti anni luce;io,che non lo sono,spezzo la tensione cambiando tipologia d'effetto.
Sì, ma non dimenticare nemmeno che Wonder era un professionista, noi no. Non avremo mai né la sua esperienza né il tempo che lui ci poteva dedicare :lol:
Ed è proprio lì che la mia domanda prende vita.
Esistono giochi veloci che io reputo,personalmente,meno "coinvolgenti"di altri.Un semplice color change provoca un emozione,ha un "tempo di esecuzione",e una durata.
Ma in un effetto piu articolato,magari un giorni neri di Ascanio, avrà maggiore "tensione",tempi di esecuzione più lunghi e credo un feedback sicuramente diverso.
Anche se nel nostro repertorio abbiamo 2 grandi classici,io personalmente non li eseguirei uno dopo l'altro,anche se il tema scelto e studiato sia coerente con gioco/presentazione.
Ovviamente è solo una mia malattia😅
Attenzione a non mescolare effetti che sono troppo diversi. La tua routine deve avere un'unità, un fil rouge. Se per esempio fai un color change veloce, non puoi farlo seguire da un effetto narrativo di 9 minuti. In questi casi la "cornice" diventa fondamentale, e gli effetti fanno da cornice ad altri effetti!
Io non sono nemmeno la polvere delle palline di wonder🤦‍♂️.
Il color change era un esempio..non mi piacciono nemmeno.
Nelle mie scalette(2 stirate stirate😄😄)c'è coerenza e filo logico e non ne faccio un'altra, perché il lavoro per me più grosso,non sono tanto i giochi/effetti,ma incastrare tutte le frasi nelle situazioni che portano al gioco dopo😅il semicopione insomma.Mi ammoscia na cifra😔.
"Quello che l occhio vede e l orecchio sente,la mente crede..."

Avatar utente
The Matt
Moderatore
Messaggi: 1372
Iscritto il: 25/12/2014, 18:22
Località: Svizzera

01/12/2020, 21:03

Beh, mi pare che tu ti ci stia dedicando bene ;) E in ogni caso nulla ti vieta di cambiare dopo una performance se ti sembra che il pubblico non segue o non ha le reazioni che vorresti. La perfezione non esiste e anche i professionisti continuano a ri-lavorare i propri effetti.
"Last night I shot an elephant in my pajamas, and how he got in my pajamas I'll never know" - Groucho Marx

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti