Magia a richiesta o d'iniziativa?

Considerazioni su effetti, eisibizioni e sull'arte magica in generale.
Rispondi
Avatar utente
katun82
Messaggi: 284
Iscritto il: 19/04/2014, 15:14
Località: Cagliari

16/10/2020, 18:17

Un mago deve sempre proporsi per primo al pubblico occasionale o è meglio che sia il pubblico a chiedere un'esibizione?
Dritto per dritto

Avatar utente
The Matt
Moderatore
Messaggi: 1325
Iscritto il: 25/12/2014, 18:22
Località: Michigan, USA

16/10/2020, 18:25

Secondo me la domanda che poni è sbagliata. La question è il controllo: il mago deve controllare la situazione, non cambia se sei in scena o in fronte a degli amici. Se la richiesta viene spontanea, l'illusionista deve poterla dirigere. Se rispondi a tutte le richieste, il rischio è che non sei in controllo dello spettatore che ha richiesto la magia: crei una dinamica in cui sei il sottoposto. Però non significa che tu non debba mai fare qualcosa di magico quando ti viene chiesto.

Per citare Breaking Bad: tu sei quello che bussa. :lol:
"Last night I shot an elephant in my pajamas, and how he got in my pajamas I'll never know" - Groucho Marx

Avatar utente
katun82
Messaggi: 284
Iscritto il: 19/04/2014, 15:14
Località: Cagliari

16/10/2020, 19:07

Io intendevo la situazione classica tra amici o conoscenti: qualcuno sa che a volte fai giochi di magia. Tu hai voglia di farli. Quindi: ti butti e inizi o aspetti e speri che qualcuno dica la fatidica parolina?
Dritto per dritto

K
Boss
Messaggi: 4009
Iscritto il: 02/09/2013, 16:09

16/10/2020, 19:16

katun82 ha scritto:
16/10/2020, 19:07
Io intendevo la situazione classica tra amici o conoscenti: qualcuno sa che a volte fai giochi di magia. Tu hai voglia di farli. Quindi: ti butti e inizi o aspetti e speri che qualcuno dica la fatidica parolina?
Puoi spingere le persone a pensarci "casualmente".
In ogni caso se hai voglia di fare magia e sai che dall'altra parte la cosa sarebbe apprezzata, perché hai dubbi?
C'è differenza tra usare la Magia a favore di YouTube e usare YouTube a favore della Magia.
________________________________________________________

Avatar utente
katun82
Messaggi: 284
Iscritto il: 19/04/2014, 15:14
Località: Cagliari

16/10/2020, 19:20

K ha scritto:
16/10/2020, 19:16
katun82 ha scritto:
16/10/2020, 19:07
Io intendevo la situazione classica tra amici o conoscenti: qualcuno sa che a volte fai giochi di magia. Tu hai voglia di farli. Quindi: ti butti e inizi o aspetti e speri che qualcuno dica la fatidica parolina?
Puoi spingere le persone a pensarci "casualmente".
In ogni caso se hai voglia di fare magia e sai che dall'altra parte la cosa sarebbe apprezzata, perché hai dubbi?
Perchè non sempre la magia viene "capita" o "accettata". Spesso ci facciamo prendere dalla voglia di fare ed è li che sbagliamo approccio.
Dritto per dritto

K
Boss
Messaggi: 4009
Iscritto il: 02/09/2013, 16:09

16/10/2020, 19:26

katun82 ha scritto:
16/10/2020, 19:20
Perchè non sempre la magia viene "capita" o "accettata".
Cosa intendi?
C'è differenza tra usare la Magia a favore di YouTube e usare YouTube a favore della Magia.
________________________________________________________

Avatar utente
The Matt
Moderatore
Messaggi: 1325
Iscritto il: 25/12/2014, 18:22
Località: Michigan, USA

16/10/2020, 19:31

katun82 ha scritto:
16/10/2020, 19:20
K ha scritto:
16/10/2020, 19:16
katun82 ha scritto:
16/10/2020, 19:07
Io intendevo la situazione classica tra amici o conoscenti: qualcuno sa che a volte fai giochi di magia. Tu hai voglia di farli. Quindi: ti butti e inizi o aspetti e speri che qualcuno dica la fatidica parolina?
Puoi spingere le persone a pensarci "casualmente".
In ogni caso se hai voglia di fare magia e sai che dall'altra parte la cosa sarebbe apprezzata, perché hai dubbi?
Perchè non sempre la magia viene "capita" o "accettata". Spesso ci facciamo prendere dalla voglia di fare ed è li che sbagliamo approccio.
Ma quello sta anche a te in fondo. Non facciamo tutti magia per le stesse ragioni, e non tutti gli spettatori hanno voglia di vedere le stesse cose. Come tutte le arti, ci sono stimoli diversi da parte dell'artista ma anche da parte dello spettatore ;) è una tua decisione se esibirti o no, ma ripeto: secondo me l'unica condizione necessaria per esibirti è che hai il controllo della situazione.
"Last night I shot an elephant in my pajamas, and how he got in my pajamas I'll never know" - Groucho Marx

Avatar utente
katun82
Messaggi: 284
Iscritto il: 19/04/2014, 15:14
Località: Cagliari

16/10/2020, 19:33

K ha scritto:
16/10/2020, 19:26
katun82 ha scritto:
16/10/2020, 19:20
Perchè non sempre la magia viene "capita" o "accettata".
Cosa intendi?
se abbiamo troppa voglia di esibirci rischiamo di farlo col pubblico sbagliato.
Dritto per dritto

Avatar utente
The Matt
Moderatore
Messaggi: 1325
Iscritto il: 25/12/2014, 18:22
Località: Michigan, USA

16/10/2020, 19:55

Visto che siamo in tema, bello rileggere qualche vecchia discussione ogni tanto: viewtopic.php?f=72&t=10388

Interessante notare che la mia visione della cosa è cambiata col tempo :roll: :lol:
"Last night I shot an elephant in my pajamas, and how he got in my pajamas I'll never know" - Groucho Marx

Avatar utente
GabriGrimm
Team Leader
Messaggi: 4075
Iscritto il: 15/10/2013, 7:59

17/10/2020, 10:00

Capisco benissimo cosa intende Davide, quando iniziai a fare magia smaniavo dalla voglia di mettere in pratica tutto quello che avevo studiato, ma non per egocentrismo , per vedere se il mio impegno fosse ripagato con la meraviglia delle persone.
E' successo che qualcuno non mostrasse interesse alcuno, come snobbare quello che stavo facendo, ma non perchè lo facessi male, solo per il gusto di farlo: "Non riesco a capire come fai quindi non voglio darti soddisfazione", la sensazione era quella, oppure chiedeva immediatamente come avessi fatto senza dare alcun peso all'esperienza magica che gli avevo fatto provare, ecco perchè ho scelto di fare magia ai bambini, perchè sono più maturi.
Secondo me la vera magia è quando riesci a capire il momento giusto per eseguire qualcosa che è dentro lo spettatore, capire il suo desiderio ed esaudirlo non come lo immagina lui, sarebbe scontato e banale, ma con una formula diversa, in modo che rimanga impressa..."ha fatto apparire una moneta, ma come lo ha fatto è stato bellissimo!"
Riuscire a capire che tipo di magia proporre è fondamentale, il contesto e la situazione, ma soprattutto il momento giusto.
All'inizio portavo con me la sfera della contact ovunque andassi (venivo da una lettura intensa dei libri Tomatis "L'arte di stupire"), aspettavo l'occasione giusta per fare quello che avevo in testa, così accadde finalmente di trovarmi al parco, una bambina stava facendo bolle a rotta di collo, passo accanto a lei, faccio per prenderne una , produco la sfera, la guardo nella mia mano e me la metto in tasca senza incrociare lo sguardo con la bambina e me ne vado, non mi sono girato a guardare la sua espressione, avrei rovinato tutto, ma sono sicuro che quell'esperienza magica se la ricorderà per sempre...e anche io.
Qual è la cosa che ti piace di più nella tua città?
...i salti alti...

Rispondi
  • Informazione
  • Chi c’è in linea

    Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite